Contenuto della pagina

IN EVIDENZA

 


  • cass ssuu n. 10705 del 03.05.2017. Risoluzione per inadempimento del contratto


    Sulla sussistenza della giurisdizione del giudice ordinario per la controversia avente ad oggetto la risoluzione per inadempimento di un contratto di appalto.»»»»»»»»
  • CORTE DI CASSAZIONE, SEZIONE 1 CIVILE SENTENZA 27 MAGGIO 2015, N. 10947


    Non puo' ricoprire la carica di sindaco, presidente della provincia, consigliere comunale, ((consigliere metropolitano,)) provinciale o circoscrizionale: colui che, avendo un debito liquido ed esigibile, rispettivamente, verso il comune o la provincia ovvero verso istituto od azienda da essi dipendenti e' stato legalmente messo in mora ovvero, avendo un debito liquido ed esigibile per imposte, tasse e tributi nei riguardi di detti enti, abbia ricevuto invano notificazione dell'avviso di cui all'articolo 46 del decreto del Presidente della Repubblica 29 settembre 1973, n. 602

DOCUMENTAZIONE

  • CONTROLLO DELLA SPESA PUBBLICA E SPENDING REVIEW (di Forgione Gianluca)
  • IL PROCESSO TRIBUTARIO IN CUI E' PARTE L'ENTE LOCALE (di Forgione Gianluca)
  • ADUNANZE PLENARIE commissario "ad acta" e provvedimento di cui all'art. 42 "bis" del d.P.R. n. 327/2001 (Ad. Plen., 9 febbraio 2016, n. 2).


    Il commissario ad acta può emanare il provvedimento di acquisizione coattiva previsto dall'articolo 42-bis d.P.R. n. 327 del 2001 – Testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di espropriazione per pubblica utilità -:
    a) se »»»»»

NEWS
CIVILE - COMMERCIALE

 

NEWS
AMMINISTRATIVO COSTITUZIONALE

 

  • AUTORITA' AMMINISTRATIVE INDIPENDENTI -  Procedimenti sanzionatori innanzi alle autorità amministative indipendenti e compatibilità con l'art. 6 CEDU (CdS 1596/2015- Corte EDU Grande Stevens);La legittimazione processuale dell'AGCOM ex art. 21 bis L 287/90

  • RAPPORTI TRA CEDU ED ORDINAMENTO INTERNO. Ipotesi di revocazione per sopravvenuta decisione della Corte europea (CdS Ad Pl 2/2015). Contrasto tra normativa CEDU e norma interna (CdS Ad Pl 7/2015).
  • RINVIO PREGIUDIZIALE ALLA CORTE DI GIUSTIZIA UE Equiprarazione della sopravvenienza giurisdizionale (pronuncia Corte di giustizia) a quella normativa
  • C cost. 251/2016 Non si puo' riformare la PA senza intesa con gli enti territoriali. Principio di leale collaborazione art. 5 e 120 Cost. Là dove, tuttavia, il legislatore delegato si accinge a riformare istituti che incidono su competenze statali e regionali, inestricabilmente connesse, sorge lanecessità del ricorso all'intesa» Le pronunce di illegittimità costituzionale, contenute in questa decisione, sono circoscritte alle disposizioni di delegazione della legge n. 124 del 2015, oggetto del ricorso, e non si estendono alle relative disposizioni attuative. Nel caso di impugnazione di tali disposizioni, si dovrà accertare l’effettiva lesione delle competenze regionali, anche alla luce delle soluzioni correttive che il Governo riterrà di apprestare al fine di assicurare il rispetto del principio di leale collaborazione.

NEWS
CONTABILITA' DI STATO

 

 

 

 

 


Informazioni generali sul sito

Torna alla navigazione interna